COSA SIGNIFICA MEDITARE

Tanti pensano che meditare significa liberare la mente dai pensieri, fare un vuoto.

Tanti pensano di non avere la capacità di meditare perché non riescono a concentrarsi non riescono a interrompere il flusso meccanico dei pensieri.

Noi pensiamo in continuazione è impossibile fare un vuoto mentale. 

Noi viviamo immersi nelle fantasie dei pensieri.

Gran parte della nostra vita viene trascorsa non mentre la stiamo vivendo ma in balia delle fantasie, perché i pensieri sono fantasie.

I pensieri ci portano a fantasticare sul futuro, che ancora non è avvenuto, che quasi sicuramente non sarà come lo immaginiamo. 

I pensieri ci portano ad essere felici o forse tristi per quello che è accaduto nel passato, ma non possiamo modificare il passato, non possiamo agire nemmeno sul futuro se non seminando ora per raccogliere in futuro, possiamo solo agire sul presente.

Si pensa spesso che i problemi abbiano una causa esterna ma, se analizziamo attentamente le cause, possiamo vedere che la stragrande maggioranza dei problemi che insorgono nelle nostre vite sono causate dalla mente. 

Quest’ultima è uno strumento meraviglioso ma, quando non la conosciamo, non sappiamo cosa crea nella nostra vita e non ne siamo consapevoli, può creare più problemi che benefici.

Una delle principali tecniche di meditazioni è quella di focalizzare la mente, portare l’attenzione, la mia parte cognitiva su un oggetto che non è un pensiero che mi porta a fantasticare, dove possiamo trovare preoccupazioni.

Un oggetto d’ancoraggio può essere il mio corpo, il mio respiro che posso contemplare.

Grazie all’introspezione puoi rivolgere lo sguardo internamente e capire cosa succede dentro di te. Però, se questa viene a mancare, purtroppo sarai in balia delle situazioni esterne, della tua stessa mente, delle tue emozioni e delle tue continue re-azioni. 

Grazie alla meditazione invece puoi coltivare l’introspezione giorno dopo giorno. 

Meditare significa allenarci per essere più vivi, più consapevoli a trovare quella pace che può esserci solo nel presente, uno stato di puro ascolto, di unità tra corpo e mente.

Una condizione non tanto da raggiungere quanto da riconoscere, ed è più semplice di quanto tutti pensano.

L’ascoltarsi dentro e fuori, inclusi i pensieri, senza giudizio; osserva , accogli senza trattenerli. 

Lentamente la percezione del tempo svanisce, abbandoni il passato, le aspettative del futuro, esiste solo il presente. 

La pratica costante ci dona stabilità, calma interiore, benessere, ci consente di affrontare molti stati emotivi quali: l’ansia, la paura che condizionano il nostro vivere quotidiano. Lo scopo della meditazione è conoscersi meglio.

La mente tenderà a distrarsi per la maggior parte del tempo all’inizio. Questo accade perché la mente non è disciplinata e, quando non lo è, fa quello che vuole, il che fa di noi vittime inconsapevoli. Purtroppo questo non accade solo quando si medita ma durante tutto l’arco della giornata.

Pratica la meditazione, disciplina la tua mente! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.